Osiamo passare oltre

Oggi si festeggia la Pasqua, dall’ebraico Pesach, il cui significato è “passare oltre”. La Pasqua, è, quindi, un passaggio. Osiamo compierlo nella consapevolezza, attingendo alle nostre risorse emotive e spirituali, per compiere l’integrazione tra gli opposti dentro di noi, tra Ombra e Luce, tra Terra e Cielo, tra Padre e Madre. Osiamo attivare quel ponte necessario per realizzarla, che ha dimora dentro di noi, al centro del nostro petto: il cuore. Maestoso, luminoso, pulsante. Generatore di comprensione, compassione e coraggio per lasciare scivolare via ciò che non è più evolutivo nel nostro cammino. Perché ormai pesante o ingombrante per passare oltre.

Osiamo innaffiare pensieri buoni, elevare la nostra coscienza sempre più in alto, praticare gratitudine e gentilezza per mantenere fiammeggiante il cuore.

Osiamo smettere di morire. Osiamo sorprenderci per nascere nuovamente. Non si nasce una volta sola, ma ancora e ancora. Osiamo meravigliarci di un fiore che sboccia, senza che se ne accorga. Per un sorriso che increspa le nostre guance, improvvisamente. O per una risata, rumorosa.

Osiamo ricominciare, ri-nascere, ri-sorgere.

Buon PASSAGGIO, a tutti!

Marika Lovecchio, Psicologa